Catalogo cartografico

Questa pagina permette di sfogliare le risorse presenti nel catalogo seguendo alcune classificazioni predefinite. Da qui è possibile trovare dati e metadati d’interesse, o accedere al servizio WMS.

Vegetazione Reale aggiornamento 2013

Vegetazione reale
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

La mappa rappresenta l'aggiornamento della cartografia della vegetazione reale della Città Metropolitana di Roma Capitale, realizzata attraverso fotointerpretazione di ortofoto digitali a colori AGEA, acquisite nel 2008, rilievi fitosociologici e punti di controllo a terra. Rappresenta il mosaico delle coperture del suolo e delle comunità vegetali effettivamente presenti sul territorio nell’istante in cui sono state scattate le fotografie aeree. Scala di interpretazione: 1:25.000.
Per quanto riguarda la vegetazione naturale, la cartografia della vegetazione reale è tematizzata in base al metodo fitosociologico di Braun-Blanquet, corrispondente alla classificazione attualmente proposta dalla comunità scientifica. Le altre coperture del suolo sono descritte in legenda in base alla classificazione Corine Land Cover, con approfondimenti dal primo al quinto livello a seconda dell’interesse delle diverse categorie per la funzionalità della rete ecologica.
L’Unione Europea ha adottato vari sistemi di classificazione della copertura vegetale e dei sistemi antropici adatti alle varie esigenze di adeguamento dei dati dei vari stati in relazione ai fini comunitari e relativamente alla protezione di specie e habitat. Per questo il vettoriale della Vegetazione Reale, georiferito e collegato a un data base geografico, è tematizzabile secondo le categorie sintassonomiche della fitosociologia, ma anche secondo le classificazioni principali utilizzate dalle normative e dai programmi della Comunità Europea: Habitat di Natura 2000 come descritti dalla Direttiva CEE 92/43 “Conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche”. Corine Land Cover IV-V livello, Corine Biotopes (sistema l’identificazione e la descrizione dei biotopi di maggiore importanza per la conservazione della natura nella Comunità), sistema di classificazione degli Habitat EUNIS (European Nature Information System).
 

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Ambiente
  • Anno: 2014
  • Scala: 1:25.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Habitats e biotipi

PRG - mosaico - Città metropolitana di Roma Capitale

PRG - mosaico - Città metropolitana di Roma Capitale
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

Con l’approvazione e la pubblicazione sul BURL del proprio Piano Territoriale Provinciale Generale la Provincia ha assunto la competenza relativamente alla valutazione urbanistica e la compatibilità con il PTPG degli strumenti urbanistici dei 121 Comuni della provincia di Roma.

Ai fini dell’efficace gestione dell’iter procedurale relativo alla verifica di compatibilità degli strumenti di pianificazione comunale, le strutture tecniche dell’Ente hanno avviato la costruzione del Quadro Dinamico degli Strumenti Urbanistici Comunali, che sarà lo strumento giuridico, amministrativo, tecnico e procedurale dell’iter di verifica di compatibilità con il PTPG.

Il primo passo per la costituzione del Quadro è rappresentato dalla composizione del così detto Mosaico dei Piani Regolatori dei Comuni della Provincia.

Il Mosaico consiste, sostanzialmente, nella conversione dei piani cartacei in versione digitale, in modo da tradurre strumenti urbanistici difformi in dati geografici omogenei.

Il sostrato di piani sul quale si opera è costituito da un coacervo di strumenti urbanistici assai diversificati fra loro per contenuti e per complessità degli apparati documentali, normalmente in ragione delle diverse epoche di formazione, e assume come base la disciplina delle Zone Territoriali Omogenee in cui i piani sono obbligatoriamente articolati, integrata da un set minimo di informazioni fondamentali che ne caratterizzano la disciplina (le modalità di attuazione; gli indici di edificabilità; le categorie di intervento; le destinazioni d’uso).

La trasposizione dei contenuti dei diversi piani utilizza come linguaggio comune una “legenda unificata” dove ogni singola zona di piano è identificata da un codice alfanumerico (lettere e numeri). La stringa-legenda caratterizza secondo il set minimo di informazioni fondamentali sopra definite, le singole sottozone, o anche singole aree (distinguendo ad esempio un Piano di Lottizzazione da un altro) e rimanda ai valori dei singoli parametri che caratterizzano la zona, che nell’ambito dell’attività di codifica vengono registrati in tabelle dati associate.

Dal punto di vista tecnico, la costruzione del Mosaico dei Piani Regolatori dei Comuni della Provincia di Roma poggia sui seguenti elementi:

  • un’unica base cartografica, la CTRN – Regione Lazio (2002-2006);
  • la georeferenziazione sulla cartografia di base unificata (CTRN Regione Lazio – vedi DGRL 740 del 5/10/2007) e la vettorializzazione secondo un modello dati omogeneo tale da garantire l’armonizzazione verticale e orizzontale degli strumenti urbanistici comunali e sovraordinati;
  • la possibilità di visualizzare i dati (e, a certe condizioni, di modificarli) all’interno di un sistema WebGis (accessibile cioè in internet). Infatti, il Dipartimento VI può stabilire di utilizzare i dati geografici prodotti per il Mosaico con modalità diverse: leggendoli direttamente, attraverso la propria piattaforma GIS installata sui propri computer, rendendoli accessibili, integralmente o parzialmente, da parte di altri servizi/dipartimenti della provincia; pubblicandoli su internet per i Comuni del territorio e, in prospettiva, per i cittadini.

Lo strumento assicura diversi vantaggi all’ente titolare in termini di capacità di coordinamento delle scelte di pianificazione e governo del territorio, potenzialità di indirizzo nei confronti degli operatori economici, efficientamento dei processi e della macchina amministrativa, offerta di supporto verso i comuni minori in un’ottica di riduzione degli squilibri di livello locale.

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Pianificazione del territorio e catasto
  • Anno: 2010
  • Scala: 1:50.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Unità amministrative

Microzonazione Sismica Parziale

Microzonazione Sismica Parziale
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset
  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Informazioni geo-scientifiche
  • Anno: 2019
  • Scala: 1:1.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Geologia

Carta Geologica e Litologica

Carta Geologica e Litologica
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

Carta Geologica e Litologica Regione Lazio

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Informazioni geo-scientifiche
  • Anno: 2012
  • Scala: 1:1.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Geologia

Carta della suscettibilità 2019

Carta della suscettibilità 2019
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset
  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Informazioni geo-scientifiche
  • Anno: 2019
  • Scala: 1:1.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Geologia

Aree protette gestite dalla Città Metropolitana di Roma Capitale

Aree protette gestite dalla Città Metropolitana di Roma Capitale
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

La mappa rappresenta le zone di territorio in cui ricadono le aree protette denominate MONTE CATILLO, MONTE SORATTE, NOMENTUM e GATTACECA (L.R. 29/97), la cui gestione è affidata alla Città Metropolitana di Roma Capitale. Sono inoltre visibili, a corredo della rappresentazione grafica: il sistema idrografico della città metropolitana, della viabilità stradale e ferroviaria, i toponimi e, a differenti rappresentazioni di scala, l'orografia e l'urbanizzato.

Il territorio della Città Metropolitana di Roma è caratterizzato da una grande varietà di ambienti paesaggistici, caratterizzati da biodiversità di particolare rilievo ed interesse, sia nell’ambito floristico che faunistico. Tale patrimonio naturale, rappresentante circa il 20,9% di tutte le aree naturali nazionali, è costituito anche da porzioni di territorio, istituite dalla Regione Lazio, e denominate: Aree Naturali Protette Regionali.

La Città Metropolitana di Roma ha ottenuto la gestione diretta di cinque Aree Protette. Tale gestione avviene attraverso una responsabile attività di programmazione, pianificazione e regolamentazione, avente come obiettivo la salvaguardia del patrimonio naturale in un’ottica di ecosostenibilità. Tale obiettivo viene inoltre perseguito tramite il rilascio di autorizzazioni ed interventi agroforestali, nel rispetto della morfologia territoriale, nonché attraverso una attenta attività di informazione, educazione e sensibilizzazione della collettività amministrata.

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Pianificazione del territorio e catasto
  • Anno: 2019
  • Scala: 1:1.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Strutture di monitoraggio ambientale

Piano Territoriale Provinciale Generale Tavola TP2

Piano Territoriale Provinciale Generale Tavola TP2
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

Il Piano Territoriale Provinciale Generale (PTPG) è stato approvato dal Consiglio Provinciale in data 18.01.2010 con Delibera n.1 e pubblicato sul supplemento ordinario n.45 al "Bollettino Ufficiale della Regione Lazio" n.9 del 6 marzo 2010.

Per ulteriori chiarimenti è possibile visionare la documentazione presso il Servizio 1 "Pianificazione territoriale e della mobilità, generale e di settore. Urbanistica e attuazione PTMG" in Viale Giorgio Ribotta, 41, previo appuntamento con l'Arch. Anna Rita Turlò (Tel. 06-6766-4844) o inviare una e-mail all'indirizzo urbanistica@cittametropolitanaroma.gov.it

PEC pianificaterr@pec.cittametropolitanaroma.gov.it

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Pianificazione del territorio e catasto
  • Anno: 2015
  • Scala: 1:75.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Unità amministrative

Catasto 2018

Catasto 2018
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

La mappa presenta i dati vettoriali georiferiti del Catasto di tutti i comuni presenti nel territorio della Città Metropolitana di Roma Capitale.

I dati Catastali sono aggiornati con cadenza annuale.

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Pianificazione del territorio e catasto
  • Anno: 2018
  • Scala: 1:1.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale
  • Inspire: Particelle catastali

Sistema delle Aree Protette

Sistema delle Aree Protette
Visualizzatore Cartografico della MappaWMSDataset

Insieme al sistema delle aree protette già istituite della Città Metropolitana di Roma Capitale o in regime transitorio di salvaguardia, vengono visualizzate tutte le zone di interesse naturalistico segnalate a vari livelli (comunitario, nazionale e regionale) e le oasi del WWF presenti all'interno del territorio metropolitano.

Le aree protette, nella loro complessità e varietà, tutelano la biodiversità e promuovono lo sviluppo sostenibile dei territori, attraverso lo studio e la conservazione di specie ed ecosistemi, il recupero e la valorizzazione degli ambienti naturali e le ricchezze storiche, culturali e antropologiche e la realizzazione iniziative e programmi per la sensibilizzazione e il coinvolgimento dei fruitori (corsi di educazione ambientale, iniziative di turismo naturalistico e didattico).

Viene così a delinearsi un nuovo modo di intendere le aree protette, che vengono così viste non come riserve separate dal resto del mondo, ma come realtà capaci di reinterpretare i servizi alla popolazione, orientandoli verso nuove funzioni di aggregazione e attività culturale, alla continua ricerca di una migliore qualità della vita, sia per le generazioni attuali che per quelle future.

La Regione Lazio ha sviluppato nel tempo un vasto insieme di aree protette regionali che, a fianco di quelle istituite dallo Stato, dà luogo ad un sistema ampio e articolato, a tutela del grande patrimonio di biodiversità che il Lazio racchiude.

Oltre alla natura, i parchi e le riserve regionali , le aree protette tutelano anche un ricco patrimonio storico e culturale e favoriscono la permanenza delle attività agricole, forestali e artigianali tradizionali.

La gestione delle Aree naturali protette regionali è affidata a Enti regionali, Province e Città Metropolitana di Roma Capitale, Consorzi tra Comuni e singoli Comuni.

  • Tipologia: Carta tematica
  • Categoria: Pianificazione del territorio e catasto
  • Anno: 2018
  • Scala: 1:50.000
  • Ente: Città metropolitana di Roma Capitale